social life, software

Vuoi sapere a chi appartiene un numero di cellulare? Usa PIPL!

SEGUICI SU FACEBOOK!

Ti sei perso i nostri ultimi post?

pipl

La privacy è una questione che, personalmente, mi sta molto a cuore. Quotidianamente, senza neppure rendercene conto, raccontiamo moltissimi “segreti” riguardo la nostra esistenza semplicemente attraverso la condivisione di un post, l’invio di una email o tramite una ricerca in Rete, e i colossi del Web tengono traccia di tutte le “operazioni” di noi utenti in giganteschi (virtualmente parlando) database.

Esistono molteplici attenzioni che si possono seguire per evitare di fornire troppi dati: ad alcune abbiamo già accennato, sparpagliandole in diversi articoli, ma in ultima analisi dobbiamo riconoscere che si tratta di una “battaglia persa”. Lo strapotere “lato server” annichilisce il confronto.

La navigazione in mobilità implica una “sorveglianza” costante

La nostra sempre maggiore permanenza in Internet (in questo un’accelerazione eccezionale è stata fornita dagli smartphone e della navigazione in mobilità) fa sì che in ogni istante si forniscano dati che verranno poi aggregati per stilare un quadro d’insieme su ciascuno di noi: ogni volta che ci registriamo ad un sito o ad un servizio fornendo email o numero di cellulare, diamo la possibilità a numerosi “investigatori elettronici” (virtuali, sia ben chiaro, ma dietro di essi si celano società fatte di persone in carne ed ossa) di creare quei collegamenti che alla fine daranno un quadro d’insieme come nel gioco “Unisci i punti”.

pipl

Courtesy of Caesar (via Wikimedia Commons)

Vedere la cosa come una forma di controllo da parte di aziende ricchissime e potentissime proprio perchè in grado di profilarci come consumatori – ma non solo – in modo sempre più approfondito è piuttosto inquietante, ma se si vogliono sfruttare le possibilità che tale immensa catalogazione offre ci sono degli spunti interessanti che possono tornare comodi.

Pipl.com: nessuno avrà più segreti

Un tempo esistevano gli elenchi telefonici: possedere un telefono comportava automaticamente l’essere inserito in un archivio pubblico alla portata di tutti. Il passaggio ai cellulari (e la conseguente forte diminuzione dei “numeri fissi”) ha comportato la (quasi) estinzione delle Pagine Bianche, che però ancora sopravvivono in Rete.

Altro discorso vale però per il telefonino: non essendo stato previsto un servizio corrispondente, da quando lo possediamo la nostra percezione è che solo i nostri amici (o contatti che dir si voglia) lo posseggano.

In relazione a quanto si diceva prima, purtroppo, non è così. Esistono infatti diversi strumenti che ci permettono di scoprire a chi appartiene un qualunque numero di cellulare. Oggi vi parleremo di pipl.com, la cui efficacia ci lascia – ahimè – inquieti.

pipl

Se possedete un numero e non sapete a chi abbinarlo, vi sarà sufficiente digitarlo nel form in homepage (mi raccomando, va fatto precedere dal 39, prefisso internazionale del nostro paese) e aspettare un attimo che il sistema interroghi il database. A quel punto, il più delle volte con una precisione chirugica, Pipl.com vi segnalerà non solo di chi è il numero, ma proporrà anche eventuali fotografie, la residenza, il lavoro, la formazione e l’età, accompagnandoli con tutti i link abbinabili all’individuo identificato.

pipl

Le ricerche possono essere condotte anche partendo dall’email o dal nome stesso della persona: in tal caso ricordatevi che l’ordine corretto è “nome-cognome” e non viceversa (first name & last name).

Lo strumento è così “potente” da rintracciare in un batter d’occhio informazioni che neppure Google sarebbe in grado di darvi: il conteggio in perenne crescita – piazzato nel mezzo della pagina a testimonianza degli oltre 3 miliardi di utenti “searchable” – non fa ben sperare riguardo la nostra privacy…

Una valida alternativa: sync.me

Qualora voleste procedere con una verifica, altro strumento eccellente è sync.me: nella pagina iniziale si dovrà selezionare il paese al quale appartiene il telefonino (di default propone gli Stati Uniti) e col reCAPTCHA dimostrare di non essere un robot.

pipl

Anche qui in brevissimo tempo vedrete soddisfatta la vostra curiosità, ma a differenza di prima per sfruttare eventuali link occorrerà registrarsi al sito.

pipl

Orwell aveva proprio ragione…

La realtà in cui viviamo dimostra ancora una volta il genio di Orwell nel precorrere i tempi, evidenziando le contraddizioni morali che una tecnologia sempre più sofisticata comporta.

A breve vi proporremo nuovi post in cui saranno analizzate strategie utili a limitare i rischi della nostra “Web Life”.

SENEX

© Senex 2017 – Riproduzione riservata


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER (procedendo si considera accettata l’“Informativa sulla Privacy”).

Nome *

Email *

pipl, pipl, pipl, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, a, A, A, A

11 Comments

  1. Luigi

    Io ho inserito la mia email è il mio numero di telefono e mi è uscita un’altra persona con il mio stesso nome. Perché?

    • senex

      Luigi, buonasera.

      E’ vero, è un’eventualità che abbiamo verificato anche noi: consideri che il sito pipl.com raccoglie informazioni dal deep web e le aggrega, ma in questo processo vengono necessariamente a verificarsi degli errori e delle sovrapposizioni che provocano l’esito di cui lei parla. La nostra speranza però è che l’accuratezza del sistema non migliori più di tanto, perché già a questo livello la “data collection” cui siamo inconsapevolmente sottoposti non lascia molto tranquilli.

      Auguri a lei e a tutti i suoi omonimi: considerando il suo cognome, che per correttezza tacciamo, dovrebbero essere numerosi. Cordialmente.

  2. Paolo Maria Gallo

    Ho messo il mio numero di cellulare in PIPL.com ma mi ha dato risultato
    “Error”

    • senex

      Buonasera Paolo.

      In realtà è strano che dia “Error” come risultato: nel peggiore dei casi dovrebbe rispondere “No result found for” e il numero di telefono inserito… si è ricordato di anteporre 39 (prefisso nazionale) al suo cellulare?

  3. F.C. '96

    Incredibile… ho fatto diverse prove e praticamente rintraccia [quasi] qualunque numero di cellulare… O_o

  4. Simone

    Fantastico Senex… e anche un po’ inquietante!

    Avete mai sentito parlare di World-Check? Se sì, avete in programma di approfondire l’argomento in un articolo?

    • senex

      Ciao Simone. Sì, conosciamo l’argomento e lo stiamo approfondendo: non appena possibile pubblicheremo qualcosa a riguardo… keep in touch!

  5. Silvio

    Mettendo numeri a caso si può trovare chiunque!

    • senex

      Potenzialmente sì, ma il nostro consiglio è (ovviamente) quello di non “abusare” dello strumento…

  6. Gerardo

    Usti, io mi ci son trovato “con tutte le scarpe”… ma da dove vanno a “pescare” queste informazioni se in Google non compaiono?

    • senex

      Caro Gerardo, la precisione di PIPL ha stupito un po’ tutti (la redazione e i diversi contatti con cui ci siamo confrontati durante la stesura dell’articolo): probabilmente il sito indaga nel dettaglio i vari Social Network (operazione nota con il nome di “Real Time Search”) ma anche – come evidenziato nella stessa homepage – il cosiddetto “Deep Web”, all’interno del quale Google e gli altri motori di ricerca “ufficiali” non si spingono.

      Ora sta a noi capire quali dati abbiamo “distribuito” in Rete con faciloneria e in che modo invece eventuali altre info siano finite nel “Deep Web”, perchè per quanto ci riguarda l’unico contatto (molto superficiale, in ogni caso) si è verificato in occasione della stesura di un articolo inerente proprio questo argomento. Per il resto l’attenzione è sempre stata alta, eppure…

Leave a Reply

Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile: cliccando su "Accetto" o scorrendo questa pagina ne permetti l'utilizzo. Approfondisci GDPR.

Se vuoi saperne di più puoi prendere visione della nostra Privacy & Cookies Policy, aggiornata secondo quanto previsto dalla normativa nazionale italiana ed europea (GDPR 2016/679).

Chiudi