SEGUICI SU FACEBOOK!

Ti sei perso i nostri ultimi post?

Pinterest è un social network il cui nome deriva dall’unione delle due parole (inglesi) “pin” e “interest”, ossia “appendi l’interesse”: si tratta infatti di una bacheca nella quale gli utenti possono letteralmente “attaccare” contenuti multimediali quali immagini e video in base alle proprie preferenze.

Come (quasi) tutto ciò che viene condiviso in Rete, i “voraci” server di Google indicizzano tali risorse: succede spesso, dunque, che facendo ad esempio una ricerca “per immagini” ci si imbatta in risultati che rimandano a Pinterest. E qui nasce un problema

pinterest

La registrazione obbligatoria

Se si apre una qualunque pagina su Pinterest ci si accorge subito che la navigazione è bloccata per i non utenti: una finestra modale invita infatti a registrarsi, mentre un “velo nero” cala sullo schermo impedendo qualsivoglia interazione – anche un semplice scrolling – con il sito e con i suoi contenuti.

pinterest

Una finestra modale è una finestra “figlia” che richiede all’utente di interagire con essa prima di ritornare ad operare con la finestra “madre”, impedendo la prosecuzione del flusso di lavoro sulla finestra principale dell’applicazione in esecuzione.

La politica del colosso di San Francisco sembra proprio quella di voler “catturare” il maggior numero di utenti, ma sono molti coloro che nei form lamentano questa forzatura: perché dover creare un nuovo account se il desiderio riguarda solo la consultazione delle bacheca altrui e non la creazione di una propria?

Fatta la “legge”, trovato l’inganno

Per chi non volesse piegarsi a tale arbitraria imposizione segnaliamo un interessantissimo script preparato dall’amico sviluppatore Andrea Lazzarotto, il cui codice interviene impedendo l’apertura della finestra “figlia” e di qualunque form di registrazione, sbloccando lo scrolling e dando così la possibilità a chiunque di navigare all’interno del sito.

Per fruirne occorre innanzitutto installare un’estensione del browser che possa gestire il suddetto script: le opzioni principali sono Tampermonkey, Violentmonkey e Greasemonkey.

Il link al codice di Andrea è invece scaricabile dall’url https://greasyfork.org/it/scripts/6325-pinterest-without-registration.

Il trucco c’è… ma si vede!

Una volta installato il tutto avremo finalmente libero accesso alle pagine di Pinterest

pinterest

…così come a tutte le risorse postate dai suoi utenti…

pinterest

ATTENZIONE!

Abbiamo verificato che dopo aver cliccato un’immagine può succedere il browser non carichi la pagina: nessun problema, vi basterà fare un refresh premendo F5 oppure aprire il link in una nuova scheda.

Se poi dovesse comparire una sorta di countdown utile a comunicarvi che le vostre visualizzazioni sono ormai prossime ad esaurirsi, non badateci: anche in questo caso sarà sufficiente fare refresh o riaprire l’url.

pinterest

In ultimo una domanda sorge spontanea: sugli oltre 200 milioni di utilizzatori che vanta il sito, quanti saranno i “malcapitati” che hanno ceduto all’insistenza?

SENEX

© Senex 2018 – Riproduzione riservata


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER (procedendo si considera accettata l’“Informativa sulla Privacy”).

Nome *

Email *

pinterest, Trucchi per accedere ai siti senza registrazione, Come entrare in siti e forum senza registrazione, non riesco ad accedere a pinterest, pinterest senza iscrizione