SEGUICI SU FACEBOOK!


Ti sei perso i nostri ultimi post?

Hai ancora dubbi sulle GPS o Graduatorie Provinciali? Allora clicca qui per leggere l’approfondimento dedicato!compatibilità scuola contratti part-time

In questi anni di crescente incertezza sono molti coloro che desidererebbero avere l’agognato “posto statale”, stabile e sicuro: spesso però fra di essi si annoverano anche persone che un lavoro ce l’hanno, e che si chiedono se è possibile conciliare l’insegnamento con un qualunque altro impiego.

Il legislatore si è dunque mosso al fine di specificare eventuali circostanze che rendono compatibile l’assunzione a scuola con impegni professionali già in essere: andiamo ad approfondirle assieme.

compatibilità scuola contratti part-time

Il Testo Unico della Scuola (D. Lgs 297/94)

Nel Decreto Legislativo 16 aprile 1994, n. 297 o “Testo unico delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione, relative alle scuole di ogni ordine e grado” si chiarisce che

“Il personale (docente, ndr) non può esercitare attività commerciale, industriale e professionale, né può assumere o mantenere impieghi alle dipendenze di privati o accettare cariche in società costituite a fine di lucro, tranne che si tratti di cariche in società od enti per i quali la nomina è riservata allo Stato e sia intervenuta l’autorizzazione del Ministero della pubblica istruzione”.

Art. 508 “Incompatibilità” (dalla “Gazzetta Ufficiale”)

In parole povere si specifica che chi desidera lavorare nella scuola deve prima sciogliere qualunque rapporto lavorativo subordinato esistente – pubblico o privato – sia per quanto concerne le assunzioni in ruolo che le supplenze.

Sembrerebbe non vi siano soluzioni diverse dal rinunciare alla propria professione per chi vuole diventare insegnante: in realtà non è così.

Lavorare a scuola se già impiegati con contratto part-time

La deroga più importante a quanto evidenziato finora riguarda infatti coloro che lavorano nel settore privato – l’ipotesi, è bene sottolinearlo, resta del tutto esclusa nel caso di un impiego pubblico – e accettano incarichi a tempo parziale non superiore al 50% (per una cattedra alla Secondaria, ad esempio, fino ad un massimo di 9 ore).

Tale circostanza mitiga il cosiddetto “dovere di esclusività”, ma risulta comunque sostanziale non trovarsi in contrasto con le esigenze di servizio o con l’impegno richiesto dalla scuola.

libri concorso scuola

In accordo al C.C.N.L. Comparto Scuola 2003 (art. 36, comma 9) non sono invece previste limitazioni all’attività di provenienza, che potrebbe persino non essere part-time.

L’unica indicazione di cui a nostro avviso occorre davvero tenere conto è il parere rilasciato dal MIUR al “CNI – Consiglio Nazionale degli Ingegneri” di Roma in data 3 dicembre 2014, secondo il quale in caso di lavoro a tempo pieno si deve chiedere l’autorizzazione del DS: ad ogni modo vi ricordiamo che anche attestandosi sotto la soglia del 50% è comunque sempre preferibile informare il dirigente scolastico.

SENEX

© Senex 2020 – Riproduzione riservata

compatibilità scuola contratti part-time

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER (procedendo si considera accettata l’“Informativa sulla Privacy”).

Nome *

Email *

[recaptcha]

Vi è compatibilità tra il lavoro a scuola e contratti part-time? Sì, chi ha già un lavoro può accettare incarichi di supplenza.
compatibilità scuola contratti part-time, compatibilità scuola contratti part-time, Docenti e doppio lavoro
Scuola, supplenze, part time e compatibilità con altro lavoro, mad e altro lavoro, infatti
Supplenza con contratto part-time e lavoro presso un privato, Docente precario e doppio lavoro
Assunzioni scuola, compatibilità con altri lavori, compatibilità contratto scuola con altri contratti
docente a tempo determinato e secondo lavoro, lavoro part-time privato e supplenze scuola
si può lavorare contemporaneamente nel pubblico e nel privato, infatti
Lavoro a scuola e altro lavoro subordinato