SEGUICI SU FACEBOOK!

Ti sei perso i nostri ultimi post?

Ogni volta che lo interroghiamo, il motore di ricerca interno di Facebook memorizza le nostre operazioni: tutto ciò accade al fine di ottimizzare il processo stesso, perché nella cronologia troveremo presumibilmente i risultati più pertinenti con la storia del nostro profilo.

Indipendentemente dal dispositivo con cui vi sarete logati, non solo vi verranno subito proposte le ultime voci alle quali avete dedicato attenzione, ma sarà anche possibile rintracciare ogni singola query inoltrata… dal giorno dell’iscrizione!

A volte può succedere però che si senta il bisogno di cancellare tale elenco: magari solo per “sfuggire” ad una fidanzata curiosa, o piuttosto per avere un po’ d’ordine nel proprio archivio, il desiderio di fare “tabula rasa” prende il sopravvento. Niente di più semplice: l’operazione dura pochi secondi, dopodichè il vostro account tornerà intonso e virgineo come nel giorno in cui vi siete iscritti al social.

Come cancellare la cronologia di ricerca Facebook in pochi semplici passaggi

Ciò che dovete fare è logarvi nell’account personale, poi cliccare la lente di ingrandimento che si trova in alto, grossomodo al centro della schermata.

cronologia

Si aprirà un menù a tendina in cui troverete gli ultimi profili (o pagine, o altro) che avete digitato.

cronologia

Cliccando su “Modifica” verrà caricata una nuova pagina, nella quale potrete ritrovare tutto ciò che avete cercato all’interno di Facebook suddiviso per mese. Tutto.

cronologia

In alto a destra apparirà anche un pulsante che non lascia spazio a fraintedimenti: “Cancella ricerche”. Premendoci sopra si aprirà una finestra popup che chiederà un’ulteriore conferma.

cronologia

Nuovo click sul pulsante e “il gioco è fatto”: la nostra cronologia sarà pulita come se non avessimo mai sondato nulla di nulla.

cronologia

Alcune indicazioni importanti

Ricordatevi che la procedura è irreversibile, per cui se siete dei nostalgici o temete di non riuscire più a risalire a qualche informazione “importante” abbiate almeno l’accortezza di memorizzarne l’url prima dell’eliminazione.

In ogni caso, è bene ribadire che verosimilmente la cancellazione non sortirà alcun effetto reale sui database di Mark Zuckerberg, il quale difficilmente potrà mai volersi separare dalla montagna di dati archiviati nel corso degli anni e che gli permette di sedersi comodo comodo su un gigantesco mucchio di dollari.

Mark Zuckerberg (Courtesy of Brian Solis www.briansolis.com)

Ricordatevi, in ultimo, che attraverso la cronologia e i cookies molti siti “costruiscono” attorno a ciascuno una vera e propria “storia”: per tale ragione vi suggeriamo di non effettuare mai ricerche in Google o con qualunque altro search engine quando siete logati in Facebook. “Lavorate” per compartimenti stagni, e usate sempre con accortezza social network e browser: non appena possibile cercheremo di spiegarvi come provare a tutelarsi dalle cosiddette “Internet Big Five”.

SENEX

© Senex 2017 – Riproduzione riservata


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER (procedendo si considera accettata l’“Informativa sulla Privacy”).

Nome *

Email *