news, social life, software

Facebook Graph Search e le «query» di ricerca: come trovare qualunque informazione nel social di Menlo Park

SEGUICI SU FACEBOOK!


Ti sei perso i nostri ultimi post?

Qualche tempo fa vi abbiamo raccontato che in Facebook è nascosto un motore di ricerca avanzato che permette di trovare molte più informazioni di quelle cui siamo abituati. Sulla scorta di alcuni suggerimenti ricevuti, vogliamo oggi approfondire interessanti funzionalità che non sono state toccate la volta precedente riguardo al cosiddetto «Facebook Graph Search»: le query di ricerca e la loro sintassi.

Attivare il motore di ricerca nascosto

Senza tornare a ripetere quanto già spiegato, vi ricordiamo solo che tale funzionalità non è disponibile in italiano, ma con un piccolo trucco è possibile attivarla e utilizzare Facebook come se fosse Google: basterà infatti modificare la lingua, settando l’inglese come nostra opzione.

facebook graph search query sintax

Facebook Graph Search e le «query» in inglese

Ciò che vogliamo aggiungere a quanto detto nello scorso approfondimento riguarda le cosiddette “query in inglese”, comandi che ci permetteranno di ottenere risultati inattesi. Diamo un occhio a quelle più interessanti, con cui potremo trovare…

  • i post che riguardano una certa cosa = posts about (argomento)
  • i post di una persona che riguardano un determinato argomento = posts by (nome utente) about (argomento)
  • i post commentati da una persona = posts commented on by (nome utente)
  • gli amici a cui piace qualcosa = my friends who like (seguito dal nome dell’interesse o anche di un utente)
  • le pagine o le immagini a cui una persona ha messo “mi piace” = pages / photos liked by (nome utente)
  • le foto in cui una persona è stata taggata = photos tagged with (nome utente)
  • le foto caricate dagli amici di una persona = photos uploaded by (nome utente)‘s friends

…e via dicendo! Vi ricordiamo che tali ricerche “funzionano” anche con persone che non rientrano fra i nostri contatti (sempre che post e foto siano “pubblici”, e dunque visibili a tutti).

L’intelligenza artificiale e il riconoscimento visivo

E’ poi notizia recente che Zuckerberg abbia fornito la propria piattaforma social di un’intelligenza artificiale capace di identificare quanto ritratto nelle foto pubblicate. Questo sistema dovrebbe permetterci di ottimizzare la ricerca delle immagini: sarà infatti sufficiente digitare ciò che stiamo cercando e poi cliccare su “Photos” (prima verrà segnalato il materiale dei nostri contatti, poi quello di tutti gli altri).

facebook graph search query sintax

La geolocalizzazione: vantaggi… e limiti!

Se infine state usando l’app del cellulare ed avete lasciato attiva la geolocalizzazione potrete anche trovare luoghi di interesse nelle “vicinanze”: funzione simile a quella di Google, ma con in aggiunta il fatto che le opzioni saranno personalizzate anche in base a quanto condiviso dai nostri amici (per esempio, ci verrà suggerito per primo un ristorante likeato dai nostri contatti). Provate a scrivere “restaurant near me” e poi a cliccare su “Places”…

Come sempre ci preme ricordarvi che il rovescio della medaglia sta nel fatto che in questo caso i server sanno (e registrano) in ogni momento la vostra esatta posizione… alla faccia della privacy!

facebook graph search query sintax

Pronti per cominciare?

Beh, che altro aggiungere: se avete voglia di farvi un po’ gli “affari degli altri” vi abbiamo fornito degli strumenti interessanti… fatene buon uso!

SENEX

© Senex 2017 – Riproduzione riservata

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER (procedendo si considera accettata l’“Informativa sulla Privacy”).

Nome *

Email *

[recaptcha]

Con Facebook Graph Search è possibile usare dei comandi (le cosiddette «query» di ricerca) che ci permetteranno di ottenere risultati sorprendenti.

  1. Luca

    Sì, però non dimentichiamoci che ad esempio Tiziana Cantone si è suicidata anche perchè sui social era ancora possibile reperire tutti i commenti denigratori scritti su di lei dopo che il giudice aveva considerato fondata la sua richiesta per il cosiddetto “diritto all’oblìo”: la funzionalità è notevole, l’utilizzo che la gente ne fa spesso terribile… Luca

  2. Loredana81

    Fantastico… funziona!
    Ho trovato anche cose su di me scritte da gente che non è più tra i miei contatti!!!

    Loredana

Lascia una risposta

Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile: cliccando su "Accetto" o scorrendo questa pagina ne permetti l'utilizzo. Approfondisci GDPR.

Se vuoi saperne di più puoi prendere visione della nostra Privacy & Cookies Policy, aggiornata secondo quanto previsto dalla normativa nazionale italiana ed europea (GDPR 2016/679).

Chiudi