economia e finanze, pubblica amministrazione

Revoca trattenuta sindacale NASpI: come disdire online

SEGUICI SU FACEBOOK!


Ti sei perso i nostri ultimi post?

La fortunatissima “Guida NASpI” – articolo in cui spieghiamo come inoltrare in autonomia la richiesta di disoccupazione INPS – è stata consultata centinaia di migliaia di volte: ciò nonostante sono ancora molte le persone che per timore di sbagliare qualcosa nella compilazione si affidano a terzi, siano essi un sindacato o un patronato (che è comunque emanazione diretta di una organizzazione sindacale). trattenuta sindacale

Sebbene il servizio possa essere percepito come gratuito, in tali occasioni ci si trova a firmare anche il cosiddetto “Modulo di autorizzazione trattenute”: questo documento permette a chi ha fornito assistenza di “incamerare” una parte del sussidio (l’importo – che varia da pochi euro fino a qualche decina – può dare origine a somme importanti soprattutto nel caso di prestazioni di lunga durata).

trattenuta sindacale

Una volta firmata, l’adesione si rinnova automaticamente anno dopo anno senza bisogno di essere riconfermata. Come uscirne, dunque?

Come revocare le trattenute tramite NASpI-COM

Eliminare in pochi minuti il “balzello” è operazione tutt’altro che complessa.

Per prima cosa bisogna essere in possesso di PIN dispositivo (per sapere come ottenerlo clicca qui) e logarsi nel portale INPS: a chi avesse dubbi suggeriamo la lettura dell’articolo “INPS Come accedere al portale e trovare tutto ciò che serve”.

Dalla pagina “Comunicazioni NASpI-COM” si seleziona su “Invio comunicazione”: una volta verificata la correttezza dei dati personali si deve cliccare “Avanti”.

trattenuta sindacale

Seguiranno i dati relativi al sussidio NASpI: anche qui si clicca “Avanti”.

trattenuta sindacale

A questo punto il sistema ci chiederà “Cosa si vuole comunicare”: selezioniamo la prima voce, ossia “Variazione indirizzo o modalità di pagamento” e clicchiamo ancora una volta su “Avanti”.

trattenuta sindacale

Nella nuova schermata si aprirà una tabella in cui sono presenti quattro voci: noi dobbiamo “flaggare” l’ultima, cioè “Delega all’INPS per il pagamento dei contributi associativi alle organizzazioni sindacali”. Più sotto sceglieremo invece “Revoca” come “Oggetto della variazione”, la “Sigla sindacale” e la “Confederazione”.

trattenuta sindacale

Premendo di nuovo “Avanti” ci troveremo a dover dare il consenso alla “Informativa sul trattamento dei dati personali”, cui seguirà la schermata riassuntiva riportante tutti i dati inseriti, da accettare cliccando – ça va sans dire – “Conferma”.

trattenuta sindacale

La richiesta ovviamente non è retroattiva, e non comporta la restituzione delle quote riconosciute in precedenza.

Vi ricordiamo infine che per correttezza è opportuno informare della decisione anche il sindacato/patronato inviando una raccomandata o una PEC (scopri tutti i vantaggi della “Posta Elettronica Certificata” leggendo l’articolo dedicato).

SENEX

© Senex 2018 – Riproduzione riservata


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER (procedendo si considera accettata l’“Informativa sulla Privacy”).

Nome *

Email *

[recaptcha]

Per la compilazione della domanda molte persone NASpI si affidano a sindacati o patronati: ecco come revocare la trattenuta sindacale tramite NASpI-COM.
Per la compilazione della domanda molte persone NASpI si affidano a sindacati o patronati: ecco come revocare la trattenuta sindacale tramite NASpI-COM.

5 Comments

  1. nunzia

    Sarebbe corretto che il sindacato avvisasse prima di mettere la quota a tua insaputa: 27€ al mese su una persona che percepisce Naspi e quindi non lavora mi sembra un furto legalizzato.

    Piuttosto fammi pagare la pratica iniziale invece di farla sembrare gratuita…

    • senex

      Nunzia, buongiorno.

      Purtroppo, verosimilmente, tra i vari fogli che sono stati sottoposti alla sua firma c’era anche l’accettazione di una trattenuta sull’importo mensile, altrimenti il sindacato non potrebbe fare nulla.
      Detto ciò, capiamo il suo scontento e la delusione per essersi fidata, e le suggeriamo di provvedere ad eliminare tale “obolo” non appena possibile secondo quanto indicato in questo nostro articolo.

      La salutiamo cordialmente.

      PS Si ricordi che qualora le capitasse di dover ripresentare domanda può provvedere in autonomia seguendo le istruzioni della nostra guida per immagini “Sussidio di #disoccupazione #NASpI: come compilare la domanda da soli #online”, che negli anni ha fornito un supporto (gratuito) a centinaia di migliaia di persone.

  2. mauro

    Estremamente utile e chiara, grazie.

  3. Fabio

    Vorrei revocare le trattenute sindacali dalla mia naspi . Facendo la procedura on line poi cosa sarebbe garbato comunicare nella mail al sindacato ? Grazie in anticipo

    • senex

      Fabio, buongiorno.

      A nostro avviso è sufficiente comunicare (tramite PEC o raccomandata) di aver inoltrato richiesta per l’interruzione dell’addebito trattenute sindacali dall’importo spettante per il sussidio NASpI, nient’altro.

      Cordialmente.

Leave a Reply

Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile: cliccando su "Accetto" o scorrendo questa pagina ne permetti l'utilizzo. Approfondisci GDPR.

Se vuoi saperne di più puoi prendere visione della nostra Privacy & Cookies Policy, aggiornata secondo quanto previsto dalla normativa nazionale italiana ed europea (GDPR 2016/679).

Chiudi