SEGUICI SU FACEBOOK!


Ti sei perso i nostri ultimi post?

Una delle criticità più ricorrenti che debbono affrontare i supplenti della scuola riguarda come comportarsi in caso di malattia: può infatti succedere di star poco bene e di doversi assentare dal servizio, e in tal caso è importante non avere dubbi sulla normativa che disciplina l’argomento.

Prima di iniziare è però importante chiarire che vi sono significative differenze fra i contratti annuali (31 agosto), quelli fino al termine dell’attività didattica (30 giugno) e le supplenze brevi: andiamo ad analizzarle assieme.

libri concorso scuola

La normativa per i contratti al 30 giugno e al 31 agosto

E’ il CCNL Scuola art. 19 che regolamenta le assenze dei precari a tempo determinato qualora dovessero ammalarsi: al comma 3 si specifica infatti che

Il personale docente ed ATA assunto con contratto a tempo determinato per l’intero anno scolastico o fino al termine delle attività didattiche (…) ha diritto alla conservazione del posto per un periodo non superiore a 9 mesi in un triennio scolastico.

Per quanto concerne invece lo stipendio, al comma 4 si dice che

Fermo restando tale limite, in ciascun anno scolastico la retribuzione spettante al personale di cui al comma precedente è corrisposta per intero nel primo mese di assenza, nella misura del 50% nel secondo e terzo mese. Per il restante periodo (6 mesi) il personale anzidetto ha diritto alla conservazione del posto senza assegni.

In ultimo, nel comma 6 viene chiarito che

Le assenze per malattia parzialmente retribuite non interrompono la maturazione dell’anzianità di servizio a tutti gli effetti.

Ciò comporta però che i periodi di assenza non retribuiti interrompano invece l’anzianità di servizio.

NB Le regole fin qui descritte valgono anche per i docenti di ruolo!!!

La normativa per le supplenze brevi o temporanee

Qualora a doversi assentare per malattia fossero invece docenti o ATA assunti con contratti brevi si applica l’art. 5 del D.L. 463/1983 (e successiva legge 638 dell’11 novembre 1983). In questo caso

Il personale scolastico ha diritto, nei limiti di durata del contratto (…) alla conservazione del posto per un periodo non superiore a 30 giorni annuali, retribuiti al 50%.

La maturazione dell’anzianità di servizio non si interrompe, ma se si superano i 30 giorni il contratto viene risolto.

Nell’eventualità di patologie gravi che comportino terapie invalidanti i giorni di assenza per malattia non vengono sommati al conteggio, e non si interrompono né il computo dell’anzianità di servizio né l’accredito dello stipendio.

Controlli e orari di reperibilità

E’ importante sottolineare che l’assenza da scuola va comunicata alla segreteria presso cui viene prestato servizio non appena possibile (e comunque non oltre l’orario di inizio di lavoro, salvo comprovato impedimento): in accordo alla circolare n. 4/2011 emanata dal Ministero del Lavoro non vi è più l’obbligo di inviare il certificato tramite raccomandata perché è il medico stesso che inoltra copia della comunicazione per via telematica.

supplenti e malattia

Sin dal primo giorno l’amministrazione potrà disporre controlli (a meno che il dipendente non sia ricoverato in ospedale): l’interessato dovrà celermente comunicare alla scuola l’indirizzo presso cui sarà reperibile tutti i giorni – festivi compresi – dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18.

Nel caso infine fosse necessario allontanarsi dalla residenza / domicilio per visite mediche o altri giustificati motivi, questi dovranno essere comunicati preventivamente (e documentati, se richiesto).

SENEX

© Senex 2020 – Riproduzione riservata

supplenti e malattia

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER (procedendo si considera accettata l’“Informativa sulla Privacy”).

    Nome *

    Email *

    [recaptcha]

    Supplenti e malattia: che cosa dice la normativa che disciplina le assenze del personale supplente della scuola italiana (docenti e ATA)?
    supplenti e malattia
    quanti giorni di malattia spettano ai supplenti, come vengono retributi di giorni di malattia dei supplenti
    assenze per malattia personale docente supplente, i supplenti hanno diritto alla malattia
    disciplina delle assenze per malattia dei supplenti, supplenze scuola malattia e retribuzione
    supplenze annuali 9 mesi di malattia nel triennio, malattia supplenti brevi ata, calcolo triennio malattia scuola
    supplenze brevi e saltuarie normativa, supplente breve ricovero ospedaliero, malattia docenti precari
    assenza per malattia insegnanti decurtazione stipendio, malattia supplenza temporanea, diritti supplenze brevi