Ti sei perso i nostri ultimi post?

Chiunque sia beneficiario del sussidio di disoccupazione NASpI ha facoltà di richiederne la liquidazione anticipata in un’unica soluzione: l’intero importo spettante e non ancora erogato può essere infatti riconosciuto come incentivo per avviare un’attività di lavoro autonomo (sia come impresa individuale che in forma societaria). anticipo naspi

Per sapere con precisione quali tipologie di attività lavorativa sono compatibili con l’anticipo NASpI consigliamo di consultare la circolare INPS 174/2017.

Non arrendetevi mai alle circostanze, il tempo che avete a disposizione rappresenta una grande chance per ripartire: ecco alcune letture che potrebbero esservi molto utili nello strutturare un nuovo percorso professionale.

Info e tempistiche

Chi intende ottenere l’anticipo NASpI deve inoltrare la domanda per via telematica entro 30 giorni dalla data di inizio del lavoro autonomo (se però tale attività è preesistente, i trenta giorni decorrono dalla richiesta del sussidio di disoccupazione), ma mai negli otto giorni successivi alla cessazione del contratto, ossia nel cosiddetto “periodo di carenza”.

Un’accortezza da seguire prima di inoltrare la domanda è quella di contattare la propria sede INPS e verificare che ci siano fondi sufficienti: in caso contrario si corre infatti il rischio non solo di veder rigettata la richiesta di anticipo, ma anche di perdere la disoccupazione stessa.

Documenti per richiedere l’anticipo NASpi

Una volta verificato di rientrare nei parametri stabiliti, per prima cosa occorre compilare il modello SR162 (si scarica da qui), cui si dovranno allegare i seguenti documenti:

  • carta di identità (in alternativa, patente o passaporto) e codice fiscale
  • documento attestante l’apertura della Partita IVA
  • documento relativo all’accoglimento della domanda NASpI

In tale circostanza è opportuno accludere anche il modello NASpI-Com, indicando il reddito previsto per l’anno in corso: il totale deve essere inferiore a 4.800€ – che è il limite massimo compatibile con il sussidio – perché altrimenti c’è il pericolo di veder sospesa o persino bloccata l’erogazione degli importi.

Sappiate, in ultimo, che durante il periodo di validità del sussidio (per intenderci, quello “coperto” se la disoccupazione fosse pagata mensilmente) chi richiede l’anticipo NASpI non può essere assunto come lavoratore subordinato neppure per un giorno, pena la restituzione dell’intero ammontare ricevuto.

anticipo naspi

SENEX

© Senex 2019 – Riproduzione riservata


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER (procedendo si considera accettata l’“Informativa sulla Privacy”).

Nome *

Email *

[recaptcha]

naspi anticipata, indennità di disoccupazione in unica rata, indennità di disoccupazione in unica soluzione, INFATTI
anticipo naspi, domanda anticipazione disoccupazione, modulo inps, modulo domanda anticipazione naspi inps
anticipo indennità disoccupazione, da disoccupato a imprenditore, liquidazione naspi in un’unica rata, ALLORA
naspi anticipata 2019, naspi e partita iva, naspi anticipata per apertura partita iva, aprire partita iva durante disoccupazione
disoccupato che apre partita iva, naspi anticipata decadenza, Richiedere anticipo sussidio disoccupazione, inoltre