La NASpI (o “Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego”, introdotta dal legislatore nel maggio del 2015) è uno strumento a sostegno del reddito, ed ha come obiettivo quello di supportare economicamente tutti quei lavoratori dipendenti che si trovino nella condizione di aver perso il lavoro in maniera involontaria (in caso di licenziamento, insomma). naspi requisiti

La durata dell’assegno viene calcolata in base all’anzianità lavorativa del richiedente e non può essere superiore a 24 mesi.

NB Non possono richiedere il sussidio di disoccupazione NASpI né i dipendenti statali a tempo indeterminato né gli operai agricoli (sia a tempo determinato che indeterminato).

Dimissioni volontarie: quando è comunque possibile richiedere la NASpI

Sono comunque previste deroghe anche in caso di dimissioni volontarie, ma solo quando:

  • il lavoratore si licenzi durante la “maternità” (ossia l’intervallo compreso tra il concepimento e il primo compleanno del neonato)
  • il lavoratore si licenzi per “giusta causa”

Ma quali situazioni possono essere annoverate sotto la voce “giusta causa”?

  • mancato pagamento degli stipendi
  • mobbing
  • demansionamento arbitrario
  • trasferimento in assenza di valide motivazioni
  • molestie sessuali

Se c’è stato un tentativo di conciliazione fra la parti, anche la cosiddetta “risoluzione consensuale” non fa decadere il diritto a ricevere la NASpI.

naspi requisiti

Requisiti indispensabili per inoltrare la domanda

Per procedere con la richiesta del sussidio bisogna necessariamente soddisfare alcuni requisiti:

  • aver lavorato almeno 13 settimane nei quattro anni precedenti (detto “requisito contributivo”)
  • aver lavorato almeno 30 giorni nei 12 mesi precedenti (detto “requisito retributivo”)
  • risultare disoccupato e iscritto al CPI – Centro per l’Impiego di riferimento

Tempistiche per presentare la domanda NASpI

Dal giorno in cui scade il contratto il lavoratore ha 68 giorni per inoltrare la domanda di disoccupazione NASpI: è però opportuno procedere tempestivamente, poiché il pagamento avverrà secondo questa scansione:

  • dall’ottavo giorno successivo alla cessazione del contratto nel caso in cui la domanda sia stata inoltrata entro i primi 8 giorni
  • dal giorno successivo alla presentazione della domanda stessa se questa viene fatta tra il nono e il sessantottesimo giorno

Sembrerà banale dirlo, ma la domanda può essere presentata a partire dal giorno successivo alla scadenza del contratto, non prima.

naspi requisiti

Come inoltrare la domanda di disoccupazione NASpI

La domanda di disoccupazione NASpI può essere inoltrata sia con l’aiuto di un consulente esperto (ad esempio un sindacato o un patronato) oppure online, in maniera autonoma: in quanto gratuita noi preferiamo questa soluzione, e per tale motivo abbiamo preparato una guida che vi aiuterà in tutti i vari passaggi.

E se aveste ancora perplessità potete anche consultare tutte le risposte – appositamente raccolte in due preziosi articoli – che abbiamo fornito per sciogliere i dubbi dei nostri lettori riguardo NASpI, DID e PSP.

SENEX

© Senex 2018 – Riproduzione riservata


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER (procedendo si considera accettata l’“Informativa sulla Privacy”).

Nome *

Email *

naspi requisiti, naspi requisiti, naspi requisiti, naspi requisiti, naspi requisiti