SEGUICI SU FACEBOOK!


Ti sei perso i nostri ultimi post?


lettera ministro istruzione

Pubblichiamo oggi il pensiero di un nostro lettore, Daniele Buonpane, il quale esprime dissenso rispetto alle politiche che nel corso degli anni si sono susseguite in Viale Trastevere, presso gli uffici del Ministero della Pubblica Istruzione.

Daniele non è il solo che in questo periodo ha utilizzato il web per manifestare il disagio di sentirsi quasi inerme rispetto a scelte che influenzano in modo tanto netto la vita dei precari della scuola: la nostra speranza è che dandogli ulteriore visibilità si possa in qualche modo aiutare la politica a migliorare le proprie scelte di indirizzo.

stipendio insegnanti

“Fino a quando…”

Negli anni si sono susseguiti tanti ministri, che con apparenti buoni propositi hanno adottato varie riforme, ma nonostante ciò, ci sono ancora molti problemi da risolvere. Personalmente, credo che molte cose del mondo della scuola andrebbero seriamente riviste.

Ho elencato a seguito alcune di esse.

Fino a quando si valuteranno i docenti solo sulla base delle loro capacità logico deduttive, piuttosto che su quelle empatiche e sociali, i ragazzi non avranno mai dei professori che possano comprenderli.

Fino a quando si permetterà di fare propaganda politica nelle scuole (che si di destra o di sinistra) i ragazzi non avranno mai una libera volontà di pensiero.

Fino a quando non si insegnerà educazione civica, – con una cattedra apposita – in tutte le scuole di qualsiasi ordine e grado, il mondo e la qualità della vita non miglioreranno mai.

Fino a quando le scuole private verranno sovvenzionate e sfrutteranno i docenti, non retribuendo loro con un giusto stipendio, ma assumendoli solo per accumulare punteggi, i docenti non avranno dignità.

Fino a quando gli alunni saranno costretti a partecipare a percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento (ex alternanza scuola lavoro) senza poter scegliere quale percorso intraprendere li stiamo abituando allo sfruttamento del lavoro.

Fino a quando avremo gente senza alcuna passione che si cimenta a insegnare solo come rincalzo, perché non c’è lavoro, stiamo creando assistenzialismo.

lettera ministro istruzione

Fino a quando ci sarà una compravendita di attestati per aumentare i punteggi nelle graduatorie non si sta ottenendo il lavoro per meriti ma lo si sta velatamente comprando, non si può parlare ai giovani di valori aulici come: giustizia, sacrifico, onestà.

Fino a quando il tfa sostegno è affidato solo alle università private e ci vogliono circa 4000 euro per il tirocinio, esisteranno ingiuste discriminazioni.

Fino a quando le varie categorie del personale ATA, verranno chiamate a lavorare da graduatorie pubbliche solo sulla base di punteggi e non su una valutazione curricolare o comprovata da prove, non stiamo permettendo ai meritocratici di lavorare.

Fino a quando il patto di corresponsabilità è firmato ma resta solo un concetto astratto, non si creerà mai un ponte di congiunzione tra scuola-famiglia, se i genitori non sono i primi che si interessano e occupano dell’ andamento scolastico e della condotta dei propri figli, non possiamo che rassegnarci al triste dato che i giovani di oggi sono senza guide e hanno modelli di riferimento sbagliati.

Fino a quando non accadrà quello che ho detto finora non avremo una buona scuola per i nostri figli, di conseguenza tutto grava sulla loro formazione ed educazione futura.

In tutte queste decadenze dobbiamo ritrovare le cause del fallimento della nostra società e dei giovani di oggi. Daniele Buonpane

Il pensiero dei lettori

Non è la prima volta che Daniele ci scrive (chi desiderasse leggere il suo intervento precedente non deve far altro che cliccare qui), e per tale ragione invitiamo chiunque altro avesse piacere di veder pubblicato il proprio pensiero a contattarci utilizzando l’apposito form online.

Se stai valutando di acquistare un nuovo tablet, ti segnaliamo i topseller proposti nello store di Amazon con sconti molto interessanti... CLICCA SULLE IMMAGINI PER SCOPRIRE QUALI SONO!

SENEX

© Senex 2022 – Riproduzione riservata

lettera ministro istruzione

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER (procedendo si considera accettata l’“Informativa sulla Privacy”).

    Nome *

    Email *

    [recaptcha]

    Un nostro lettore che esprime il proprio dissenso riguardo la gestione delle Scuola indirizzando una lettera al ministro dell’istruzione.
    lettera ministro istruzione, daniele buonpane, docenti precari
    stabilizzazione, tirocinio, giovani, incertezza, insegnante
    legislatore, gps, concorso, cfu, punteggio