social life, software

Bloccare accesso a siti indesiderati con Chrome, Firefox, IE

SEGUICI SU FACEBOOK!


Ti sei perso i nostri ultimi post?

Bloccare accesso a siti indesiderati

L’approccio con le tecnologie informatiche e Internet avviene ormai sempre più precocemente: i bambini perlustrano la Rete sin dalla più tenera età, e il loro comportamento può rappresentare un grosso grattacapo per le famiglie.

Porre un freno alla curiosità è una soluzione indispensabile per evitare che dei minori si imbattano in contenuti inadatti, anche se in realtà un po’ tutti – quotidianamente – rischiamo di incappare nelle numerose trappole sparse per il World Wide Web (malware e spyware in primis).

Un firewall homemade gratuito

Ecco spiegato perché è dunque opportuno tutelarsi predisponendo un argine, argine per il quale non sono richiesti né software costosi né particolari competenze informatiche: il trucco è quello di predisporre una blacklist di siti sgraditi che magicamente diventeranno “irraggiungibili”.

ATTENZIONE! Non è detto che si debbano bloccare necessariamente solo contenuti oggettivamente “problematici”: se volete impedire ai vostri pargoli di perdere ore in un qualunque social, questo è il post che fa per voi!

Per riuscire nell’intento appena dichiarato occorre semplicemente aprire la directory in cui è contenuto un file di nome «hosts» in “Esplora risorse” digitando il seguente indirizzo:

c:/windows/system32/drivers/etc
bloccare accesso a siti indesirati

Una volta dentro al folder non dovrete far altro che aprire il suddetto archivio in un foglio “Notepad” trascinandone l’icona…

bloccare accesso a siti indesiderati

In questa fase può succedere che si verifichino due “intoppi” di facile soluzione:

1) il Sistema Operativo potrebbe richiedere il possesso di determinati “privilegi” prima di permettere l’accesso alla cartella o di modificare il file: nel caso non dovrete far altro che aprire il “Blocco Note” come “amministratore”.

bloccare accesso a siti indesiderati

2) nel caso la cartella o i file fossero “nascosti” occorre renderli visibili in accordo a quanto illustrato nello screenshot seguente (in alternativa potete anche dare un occhio all’articolo “Always on top, CloseAll e HiddenFiles: ottime utility per il PC”).

bloccare accesso a siti indesiderati

Ora che non ci sono più ostacoli a frapporsi fra noi e il nostro obiettivo basterà inserire tutti i siti che si desiderano bloccare (in questo caso usiamo come esempio Facebook) facendoli precedere dall’IP Address 127.0.0.1

bloccare accesso a siti indesiderati

Una volta terminato l’inserimento di tutti gli url si dovrà salvare il file: le modifiche avranno effetto immediato su qualsiasi browser – Chrome, Edge, Explorer, Firefox e Opera – abbiate installato sul PC, e i siti presente nella blacklist non verranno caricati.

Il pc visualizzerà infatti un messaggio di errore, del tipo “Impossibile raggiungere la pagina” oppure “Connessione non riuscita”: questo perché 127.0.0.1 è l’indirizzo IP del computer stesso, e associandolo ad un dominio Internet l’operazione di caricamento darà esito negativo.

Blacklist già pronte da scaricare

Esistono ovviamente delle liste di siti “proibiti” già compilate scaricabili in Internet: noi vi consigliamo quella gratuita e regolarmente aggiornata che si trova all’indirizzo http://winhelp2002.mvps.org/hosts.txt e che si può “copincollare” nel proprio file «hosts».

bloccare accesso a siti indesiderati

Non vogliamo infine tacere che per bloccare l’accesso ad Internet si possono percorrere molteplici strade: modificando ad esempio le impostazioni del firewall o del router, o installando estensioni ad hoc nel browser.

A nostro avviso, però, il sistema che vi abbiamo illustrato è di facile comprensione e fortemente personalizzabile anche da parte di chi non si può dire particolarmente “esperto” nell’ambito dell’informatica.

Chi fosse interessato a scoprire come bloccare anche l’accesso degli altri software e app installati nel computer, o chi volesse sapere come fare per ottenete il risultato qui descritto anche sui sistemi mobile (smartphone e tablet) non deve far altro che restare sintonizzato in attesa dei prossimi articoli… keep in touch!

SENEX

© Senex 2019 – Riproduzione riservata


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER (procedendo si considera accettata l’“Informativa sulla Privacy”).

    Nome *

    Email *

    [recaptcha]

    Evitare che dei minori si imbattano in contenuti pericolosi è indispensabile: ecco come predisporre una blacklist per bloccare accesso a siti indesiderati.
    come bloccare siti indesiderati, come bloccare un sito, come bloccare siti web su PC
    come bloccare siti internet con chrome, safari, firefox e ie, bloccare un sito web in tutti i browser (guida)
    bloccare l’accesso a un sito sul tuo computer, bloccare siti internet windows 10
    come bloccare siti internet ai bambini, come bloccare siti indesiderati per bambini
    hosts, firewall, blacklist, notepad, sistema operativo, malware, spyware

    1. Samuele

      Suggerisco a chi volesse l’uso di un programma dedicato: si chiama Hostsman, è gratuito e permette di modificare il file hosts in modo più intuitivo.

    2. Mario

      Ciao Senex!

      Io ho seguito le istruzioni ma continuo a visualizzare dei siti che dovrebbero essere stati esclusi: sbaglio qualcosa?

      • senex

        Ciao Mario.

        Non è semplice capire quale possa essere il problema senza avere davanti il computer: potrebbe trattarsi di un conflitto con il Firewall, ma magari la situazione è anche più banale. Fai così: prova a svuotare la cache del browser, poi ci dici se la difficoltà permane.

        Saluti.

    Lascia una risposta

    Privacy Policy

    Senex aderisce al Programma di affiliazione Amazon e può percepire commissioni tramite link presenti sul sito

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile: cliccando su "Accetto" o scorrendo questa pagina ne permetti l'utilizzo. Approfondisci GDPR.

    Se vuoi saperne di più puoi prendere visione della nostra Privacy & Cookies Policy, aggiornata secondo quanto previsto dalla normativa nazionale italiana ed europea (GDPR 2016/679).

    Chiudi