da «Camera dei deputati» (Flickr)

SEGUICI SU FACEBOOK!


Ti sei perso i nostri ultimi post?

E’ stato finalmente inserito in Gazzetta Ufficiale il cosiddetto «Decreto Scuola», provvedimento atto a normare il reclutamento del personale scolastico nel prossimo futuro: dopo l’ok della Camera, lo scorso 19 dicembre era infatti giunto anche quello del Senato, viatico indispensabile per la pubblicazione odierna.

Il 28 dicembre è da considerarsi una giornata importante per la Scuola Italiana: oltre al suddetto Decreto, a seguito delle dimissioni “natalizie” di Lorenzo Fioramonti la deputata pentastellata Lucia Azzolina è stata nominata Ministro dell’Istruzione.

Il bando entro febbraio?

Il bando dovrebbe uscire entro fine febbraio e riguarderà sia la procedura straordinaria che quella ordinaria: la prima – in particolare – riguarderà i docenti della scuola secondaria di I e II grado che possano vantare almeno tre anni di servizio presso gli istituti statali fra il 2008-2009 e l’a.s. in corso.

decreto scuola

Per chi ha avuto incarichi sul sostegno è comunque richiesta almeno un’annualità nella CdC per la quale si desidera concorrere.

E’ bene ricordare che il Concorso Straordinario sarà indetto solo nelle regioni e nelle discipline in cui si prevedono posti vacanti e disponibili, e che contestualmente (in accordo alle stesse logiche) sarà bandito anche un Concorso Ordinario per titoli ed esami.

Un provvedimento che scontenta molti

Il Decreto – da taluni ribattezzato “Ammazza-Precari” – non è stato accolto benevolmente da molti interessati, anche perché dopo l’uscita della Lega dal governo diverse tra le ipotesi inizialmente ventilate sono state riviste dalla compagine PD – Cinque Stelle (talvolta senza tenere conto delle richieste fatte da parte dei sindacati).

Una delle circostanze più critiche prevede per i vincitori il vincolo quinquennale (ossia l’obbligo di rimanere per almeno altri quattro a.s. nell’istituto dove è stato svolto l’anno di prova), senza contare che molti precari storici speravano in una stabilizzazione che a causa di numeri messi a disposizione difficilmente si potrà concretizzare.

libri concorso scuola

  • Clicca qui per leggere la pubblicazione in GU del 28 dicembre
  • Clicca qui per leggere il testo approvato in Senato il 19 dicembre
SENEX

© Senex 2019 – Riproduzione riservata

eMule

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER (procedendo si considera accettata l’“Informativa sulla Privacy”).

    Nome *

    Email *

    [recaptcha]


    E’ stato approvato il cosiddetto “Decreto Scuola”: dopo l’ok della Camera è giunto quello del Senato. Il testo in Gazzetta Ufficiale il 28 dicembre 2019.
    decreto scuola, precari, concorso 2020, concorso straordinario, dunque
    cosa studiare, libri concorso, infatti, vincere, stabilizzarsi
    concorso
    scuola