pubblica amministrazione, scuola, social life

Il servizio dal 1° febbraio agli scrutini è supplenza annuale?

SEGUICI SU FACEBOOK!


Ti sei perso i nostri ultimi post?

A.S. 2020-2021 supplenza annuale

Una questione su cui veniamo spesso interpellati dai lettori riguardo gli incarichi di supplenza: quanti punti si maturano in ciascun caso e, soprattutto, in quali circostanze tali incarichi si possono considerare “annuali”? La normativa non aiuta a dare risposte certe, e nelle stesse segreterie scolastiche permane il dubbio.

Nel tentativo di fare un po’ di chiarezza proviamo dunque ad analizzare quanto emanato negli ultimi vent’anni dal legislatore.

supplenza annuale

Che cosa dice la normativa

Facendo riferimento al D.L. n. 297 Testo Unico delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione, l’articolo 11 della legge 124/1999 specifica che

il servizio di insegnamento non di ruolo prestato a decorrere dall’anno scolastico 1974-1975 è considerato come anno scolastico intero se ha avuto la durata di almeno 180 giorni oppure se il servizio sia stato prestato ininterrottamente dal 1° febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale.

Tale disposizione viene ripresa anche nella nota MIUR 7526 del 24 luglio 2014, dove si ribadisce che

il servizio con contratto a tempo determinato è valutato come anno scolastico intero, se ha avuto la durata di 180 giorni, oppure se il servizio è stato prestato ininterrottamente dal 1° febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale, ovvero fino al termine delle attività nella scuola dell’infanzia.

Proroga o conferma?

Che cosa si intende, però, parlando di “servizio ininterrotto fino al termine degli scrutini finali”? Come purtroppo talvolta accade, la legge lascia spazio a diverse interpretazioni. La nota MIUR n° 9038 del giugno 2009 infatti prevede che

per il personale docente supplente temporaneo che si trovi in servizio al termine delle lezioni, dovrà essere disposto non il mantenimento in servizio sino al termine delle attività di valutazione, bensì uno specifico contratto che per i giorni strettamente necessari includa il periodo che va dal primo all’ultimo giorno di presenza del docente supplente interessato nelle predette attività di scrutinio e valutazione finale.

In pratica i docenti precari vengono semplicemente “riconvocati”, spezzando di fatto la continuità contrattuale fra il termine delle lezioni e gli adempimenti amministrativi previsti alla fine dell’anno scolastico.

supplenza annuale

Deroghe dall’articolo 37 CCNL Scuola

Come ribadito dalla nota MIUR n. 8556 del 10 giugno 2009, l’articolo 37 del CCNL Scuola prevede alcune deroghe: nel caso in cui il titolare di cattedra sia stato assente per un periodo di almeno 150 giorni – 90 nel caso della classi terminali, ossia le terze della scuola secondaria inferiore e le quinte della seconda superiore – e rientri dopo il 30 aprile, per assicurare la continuità didattica il supplente dev’essere mantenuto in servizio.

Non c’è insomma una “conferma” dell’incarico, bensì una vera e propria proroga del contratto che non comporterà dunque alcuna interruzione.

E per coloro che possono invece vantare un servizio ininterrotto fino agli scrutini attraverso la “somma” di contratti con diversi istituti?

In tal caso è opinione diffusa che l’incarico non si possa considerare “anno scolastico intero”, come si può leggere anche nelle FAQ Concorso Abilitati 2018 riportate qui sotto.

supplenza annuale

In attesa che il MIUR chiarisca una volta per tutte la questione, ci auguriamo ciascun caso possa essere gestito in accordo a indicazioni univoche e non ad interpretazioni personali.

SENEX

© Senex 2019 – Riproduzione riservata


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER (procedendo si considera accettata l’“Informativa sulla Privacy”).

    Nome *

    Email *

    [recaptcha]

    Quando una supplenza si può considerare «annuale»? La normativa non aiuta a dare risposte certe, e nelle stesse segreterie scolastiche permane il dubbio.
    servizio svolto ininterrottamente dal 1° febbraio fino al termine delle lezioni, servizio pre ruolo, supplenza annuale, quando una supplenza è annuale
    servizio prestato dal 1 febbraio fino al termine degli scrutini, ex L. 124/99, servizio valutabile come anno di servizio intero, servizio valutabile per 180 giorni
    supplenza annuale, anno scolastico intero a quanti giorni di servizio corrisponde, che cosa si intende per 180 giorni di servizio nella scuola

    1. Dario

      Il servizio prestato ininterrottamente dal 24/01/2014 al 15/06/2014 come docente (inclusi scrutini) dà 12 punti di servizio?

      • senex

        Dario, buongiorno.

        Certo, se il servizio viene prestato ininterrottamente dal 1 febbraio (o qualunque data antedente, si intende) agli scrutini viene considerato annualità, in accordo ai riferimenti normativi citati nel presente articolo.

        Cordialmente.

        • Marianna

          Se invece c’è un giorno di sospensione tra il contratto fino a fine lezione e quello per gli scrutini? E’ considerata annualità?

          • senex

            Purtroppo no, Marianna: come già detto ad un altro lettore, se c’è anche un solo giorno di interruzione fra i contratti non può essere considerata annualità, e il conteggio dei punti va fatto sui giorni effettivi.

            Ci dispiace.

            • Annachiara

              Salve, ho una domanda.

              Ho diversi contatti in una scuola: dal 1 febbraio al 18 febbraio, dal 19 febbraio al 30 aprile e dal 3 maggio al 12 giugno (dovrei rientrare anche per gli scrutini del secondo quadrimestre). In questo caso come vengono valutati i punti della supplenza?

            • senex

              Buongiorno Annachiara.

              Se non ci sono interruzioni fra un contratto e l’altro (e neppure fra l’ultimo spezzone e gli scrutini) lei dovrebbe poter tranquillamente conteggiare il servizio come intera annualità.

              Saluti.

    Lascia una risposta

    Privacy Policy

    Senex aderisce al Programma di affiliazione Amazon e può percepire commissioni tramite link presenti sul sito

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile: cliccando su "Accetto" o scorrendo questa pagina ne permetti l'utilizzo. Approfondisci GDPR.

    Se vuoi saperne di più puoi prendere visione della nostra Privacy & Cookies Policy, aggiornata secondo quanto previsto dalla normativa nazionale italiana ed europea (GDPR 2016/679).

    Chiudi